Vito Bonsignore

Vice Presidente del Gruppo PPE

Sito ufficiale




Daul incontra i giovani italiani

image id=127"Non temete di tornare in Italia, mettete al servizio del vostro paese e della vostra società l'esperienza fatta all'estero in Erasmus, nel lavoro e nella vita. Creerete così gli anticorpi più forti contro il populismo e la paura, metterete le basi per il superamento della crisi e la nascita di un Europa più unita, più forte e più giusta". Lo ha detto questa mattina Joseph Daul, presidente del PPE, ai Giovani Popolari per l'Italia riuniti nella sede della Rappresentanza del Parlamento europeo a Roma.





Il PE a favore della parità di genere

A Strasburgo approvata la relazione Tarabella sull’uguaglianza d genere. Il documento riconosce il diritto delle donne alla contraccezione e aborto. Il Gruppo PPE ha presentato emendamento che riconosce agli Stati membri la legislazione sulla riproduzione

image id=731Il Parlamento Europeo ha approvato con 441 si (205 no e 52 astenuti) la relazione sulla parità uomo-donna curata da Marc Tarabella. L’obiettivo del documento è di migliorare l’equilibrio vita/lavoro, ma il testo comprende anche una parte più controversa, ovvero la necessità di garantire i diritti delle donne anche attraverso un 'accesso agevole' alla contraccezione e all'aborto. Anche questa parte è stata approvata con l’aggiunta di un emendamento del Gruppo PPE con cui si sottolinea che la legislazione sulla riproduzione è di competenza nazionale.

Continua...





image id=729

 

In Europa le donne sono pagate in media il 16,4% in meno degli uomini per svolgere le stesse funzioni, uno scarto che in Italia è tra i più bassi dei 28 Paesi Ue ma che tra il 2008 e il 2013 ha subito uno dei peggioramenti più sostanziali (da 4,9% a 7,3%). Sono i dati diffusi da Eurostat. L'Italia si conferma dopo Malta (29,6%), il peggiore tra i 28 per la differenza tra uomini e donne occupate, quasi al 20% (con un tasso di occupazione maschile del 69,8% contro uno femminile del 49,9%), seguita dalla Grecia (19,4%). A livello Ue, dove il tasso di occupazione femminile è più elevato, sono però un terzo le donne (contro l'8,1% degli uomini) che lavorano part-time




In aumento il lavoro femminile

image id=726Nonostante la crisi, si registra un incremento del 6,2% negli ultimi 10 anni contro il -3,9% per gli uomini. E gli aumenti si registrano anche per i ruoli dirigenziali. Lo rivela il Rapporto Donne 2015 di Manageritalia, sviluppato in collaborazione con AstraRicerche e JobPricing. Nel settore privato oggi il 15,1% dei dirigenti e il 28,4% dei quadri è donna

Continua



 

I primati italiani: cibo e salute

image id=728261 prodotti agroalimentari di qualità con cui raggiunge i primato nella Ue delle certificazioni Dop, Igp e Stg. Spesa sanitaria pubblica tra le più basse d’Europa e un’età media di vita tra le più lunghe. Sono alcuni dei primati italiani evidenziati dal rapporto 'Noi Italia' pubblicato dall'Istat, che raccoglie 100 statistiche significative sul nostro Paese.Secondo lo studio, infatti, la spesa sanitaria pubblica italiana nel 2012 ammontava a 2481 dollari a persona

continua






Per non dimenticare MAI

image id=721 Settant'anni fa veniva liberato il campo di concentramento e di sterminio nazista di Auschwitz, dove oltre 1 milione di persone hanno perso la vita.E purtroppo ancora oggi alcune comunità ebraiche in Europa si sentono minacciate.

"Chi non ricorda la storia sono associato a rivivere attraverso di essa"

George Santayana








Juncker: ogni euro investito ne genererà 15

image id=609“Il piano di investimenti europeo basato sulla Bei mobiliterà 315 miliardi e sarà operativo entro giugno 2015”. Lo ha annunciato poco fa il presidente della Commissione Europea al Parlamento Europeo riunito a Strasburgo.Jean Claude Juncker ha esordito affermando che “l’Europa sta voltando pagina dopo anni di sforzi per promuovere la credibilità fiscale e le riforme". Il piano di investimenti serve per "stimolare" gli investimenti

continua






Papa Francesco a Strasburgo

Discorso integrale tenuto da Papa Bergoglio al Parlamento Europeo

Promuovere la dignità della persona significa riconoscere che essa possiede diritti inalienabili di cui non può essere privata ad arbitrio di alcuno e tanto meno a beneficio di interessi economici. (...) Una delle malattie che vedo più diffuse oggi in Europa è la solitudine, propria di chi è privo di legami. La si vede particolarmente negli anziani, spesso abbandonati al loro destino, come pure nei giovani privi di punti di riferimento e di opportunità per il futuro; la si vede nei numerosi poveri che popolano le nostre città; la si vede negli occhi smarriti dei migranti che sono venuti qui in cerca di un futuro migliore. Tale solitudine è stata poi acuita dalla crisi economica, i cui effetti perdurano ancora con conseguenze drammatiche dal punto di vista sociale

Continua (...)


image id=720





Una Convezione Ue in difesa delle donne

Ogni giorno 12 donne muoiono a causa di violenze domestiche nei 47 Paesi del Consiglio d'Europa e nei 28 dell'Ue


image id=713La convezione per la prevenzione e la lotta contro la violenza alle donne entrerà in vigore ufficialmente il prossimo primo agosto. Lo ha annunciato il commissario per i diritti umani, Nils Muiznieks, che presentando i dati del Consiglio d’Europa ha affermato che "la violenza contro le donne resta una delle violazioni dei diritti umani più diffuse" (...)

Continua

 

 

 


Scuola: stop ai rincari dei libri per cinque anni

image id=715Bloccare il rincaro dei testi scolastici per i prossimi cinque anni e inserire la stessa misura all'interno della riforma che presto approderà sul tavolo del Consiglio dei Ministri. È la ragionevole e condivisibile proposta dell’On. Nunzia De Girolamo, che aggiunge “il NuovoCentroDestra vuole che la scuola torni ad essere di tutti, inclusi quei precari che ci auguriamo il governo stabilizzerà in tempi rapidissimi". Secondo le stime del Codacons solo il corredo scolastico comporterà un maggior esborso di circa il 2% rispetto al 2013: una famiglia media dovrà mettere in conto una spesa annua compresa tra i 450 e i 490 euro a studente.

Continua

 

 

 



Vito Bonsignore premiato in Europa con la prestigiosa medaglia Schuman

Nel giorno dell'insediamento del Parlamento Europeo, a Strasburgo, l'On. Vito Bonsignore e' stato premiato dal neo presidente del Gruppo PPE, Manfred Weber, con la prestigiosa medaglia Schuman. "Vogliamo riconoscere all'amico Vito - ha spiegato Weber - l'impegno profuso in questi anni, e in particolare durante la difficile Primavera araba, nei rapporti con i Paesi del Mediterraneo. Grazie alla sua lunga e consolidata esperienza in campo economico - ha proseguito Weber davanti all'intero Gruppo PPE - ha costantemente suggerito politiche di crescita e di investimenti per rilanciare l'economia europea reduce dalla grave crisi economica. E' stato sempre nostro portavoce in Medioriente, in quanto genuinamente convinto dei principi democratico-cristiani".

Continua...

image id=711

 





Nuovi prodotti finanziari per imprese innovative

image id=337La Commissione europea e la Banca europea per gli investimenti (BEI) hanno lanciato una nuova generazione di strumenti finanziari (InnovFin-Eu Finance for Innovators) e di servizi di consulenza dell'Ue per agevolare l'accesso ai finanziamenti da parte delle imprese innovative. Con l’utilizzo di questi nuovi strumenti, si prevede un investimento di oltre 24 miliardi di euro nei prossimi sette anni in Ricerca e Sviluppo (...)

Continua

 



 

Bonsignore: “la manifattura è il vero motore economico del Piemonte”

Edilizia e Infrastrutture per creare nuovi posti di lavoro

image id=652“È la produzione manifatturiera il vero motore economico del Piemonte, che deve essere un territorio attrattivo per gli investitori e competitivo sullo scenario internazionale”. È la sfida che l’On. Vito Bonsignore, vice presidente del Gruppo PPE, ha lanciato ai rappresentanti dei settore edile e infrastrutturale e al Min. Lupi riuniti nel pomeriggio a Torino. I flussi del commercio mondiale sono in continua crescita così come aumentano gli spostamenti delle persone per motivi di lavoro e per turismo. “Non possiamo stare a guardare”, ha aggiunto Bonsignore, per il quale “la trasformazione di Torino in città dell’innovazione, della cultura e della qualità della vita, tanto decantata in questo ventennio dalle amministrazioni di sinistra, è miseramente fallita”.



 


 

 

 

Il blog

photo110 No al 'buy-back' del debito pubblico
Senza certezze che sia finita la spesa pubblica allegra
( Leggi )

photo109 Burocrazia, costo insostenibile per le PMI italiane
26, 5 miliardi di euro ogni anno è il costo della burocrazia per le PMI
( Leggi )

photo108 Contributi a pioggia alla cultura o sostegno a famiglie e imprese?
I dati dell'Anci Piemonte sui contributi regionali
( Leggi )

photo107 Treni, gli italiani insoddisfatti del servizio
Secondo Eurobarometro l'80% vuole un rafforzamento della concorrenza: tu che ne pensi?
( Leggi )

Le foto

photo 1009
La delegazione Pdl accoglie Alfano a Bruxelles

photo 602
L'On. Vito Bonsignore interviene durante la (...)

photo 10
Gruppo "Amici di Mara Battaglia"

photo 250
Presentazione de La Stufa


 

In evidenza:

 

 

Bce, tassi al minimo storico

image id=595La Banca Centrale Europea ha ridotto il costo del denaro allo 0,15% (minimo storico) e se necessario è pronta a decidere "velocemente" un ulteriore allentamento monetario, ha assicurato il presidente Mario Draghi. I nuovi maxi-prestiti lanciati dalla Bce e condizionati alla concessione di credito da parte delle banche richiederanno "tre o quattro trimestri" per produrre effetti sull’economia reale...

continua

 

 

 

Lavoro, ancora poco sicuro in UE

image id=596Le cifre non lasciano dubbi: tre milioni tre milioni di incidenti gravi sul lavoro l'anno, di cui 4mila mortali, in tutta Europa. Numeri troppo alti, tanto che la Commissione Europea si propone di contrastare con il nuovo quadro strategico per il 2014-2020. Bisogna anzitutto migliorare l'applicazione delle norme esistenti su salute e sicurezza, rafforzando in particolare la capacità di piccole e micro imprese di adottare misure di prevenzione efficaci (...)

continua

 


Green economy: nuove opportunità di lavoro…bio

image id=708Dopo i deludenti dati sulla disoccupazione giovanile in Italia, nuovi dati lasciano ben sperare: dalla 'green economy' si aprono opportunità per oltre centomila posti di lavoro nelle campagne. Lo sostiene la Coldiretti, che ha presentato il Dossier "Lavorare e vivere green in Italia" elaborato in occasione della Giornata mondiale dell'ambiente proclamata dall'Onu. Le opportunità di lavoro sono tante: si spazia dall'agri-arredatore all'agri-gelataio fino al wedding planner green che pianifica matrimoni nel verde e il bioingegnere che combatte le frane con le piante...

continua

 

 

L’obiettivo mancato della laurea

image id=574In Italia ci si laurea poco e la crisi demotiva i giovani: oggi solo 3 diplomati su 10 si iscrivono all'università, il 21% dei ragazzi (tra i 24 e 25 anni) è laureato contro il 39% medio nei Paesi Ocse. Secondo questi dati, per il nostro Paese sarà molto difficile raggiungere nel 2020 l'obiettivo europeo del 40% di laureati nella popolazione tra i 30 e i 34 anni (..)

 

 

 

Piemonte Orientale, il futuro passa da qui

image id=608“Vogliamo evidenziare le potenzialità di sviluppo del Piemonte orientale, un territorio strategicamente centrale tra Torino, Milano e Genova e di incrocio tra i Corridoi Europei Genova-Rotterdam e Lisbona-Kiev”. Così anticipa l’On. Vito Bonsignore, vice presidente del gruppo PPE e promotore del convegno in programma domenica 11 maggio alle h 10 presso l’Albergo Italia di Novara. Secondo gli organizzatori, l’area orientale è dotata di un sistema logistico in parte già esistente ma sottoutilizzato “in grado di lavorare e smistare le merci in arrivo al porto di Genova”.


Con NCD si può rompere la trasversalità della politica p.tese

Bonsignore promuove il 1° incontro con i presidenti dei circoli del NCD

image id=695"La nostra linea politica deve essere di radicale cambiamento e di evidente discontinuità con le amministrazioni di centrosinistra". Così ha aperto l'incontro con i tutti i presidenti dei circoli NCD a Torino l'On. Vito Bonsignore, vice presidente del Gruppo PPE al Parlamento Europeo. "Non è vero che Chiamparino e' stato il miglior sindaco d'Italia - ha aggiunto Bonsignore - perché ha lasciato una città povera, con un alto tasso di disoccupazione, con un basso tasso di istruzione media, con strade sporche e insicure e con un debito pro capite mostruoso". Comune l'intenzione dei partecipanti di rompere con "gli accordi trasversali e gli sprechi economici e politici che hanno  " (...)

Continua

 

“Noi di NCD siamo diversi: discutiamo e decidiamo insieme”

Programma, alleanze, candidati. Giornata di incontro all’hotel Fortino

image id=696I presidenti dei circoli del Nuovcentrodestra si sono dati appuntamento domani, domenica 23 marzo 2014 dalle h 10 all’Hotel Fortino, strada del Fortino 36 a Torino, per fare il punto sui prossimi appuntamenti elettorali. All’incontro partecipano l’On. Vito Bonsignore, vice presidente del Gruppo PPE, l’On. Enrico Costa, vice ministro Giustizia, i consiglieri regionali e gli amministratori locali.“Abbiamo davanti scelte impegnative: domani – anticipa l’On. Bonsignore - metteremo nero su bianco il nostro programma, in base al quale si capirà quali sono le possibili opzioni credibili in fatto di programmi, alleanze  e candidature”. “Partendo dai valori e degli obiettivi della grande famiglia   (...)

Continua

 

 


 

Ppe, Bonsignore: “subito occupazione e tutele per la classe media”

image id=633 "L’Europa poteva fronteggiare meglio la crisi economica. L’errore è stato quello di non affiancare ai provvedimenti di risanamento anche quelli per l’occupazione”. Lo ammette senza mezzi termini l’On. Vito Bonsignore, Vice Presidente del Gruppo PPE, partecipando alle giornate di Studio del Gruppo PPE a Dublino in concomitanza con il Congresso del Partito Popolare Europeo. "L'Unione Europea, e di conseguenza anche il PPE, ha fatto cose buone in questi anni, ma ha anche erroneamente trascurato aspetti importanti. Potevamo fare di più o meglio?", ha chiesto l'on. Bonsignore ai membri del Gruppo.

 


 

"L'Europa ci chiede di aumentare la produzione industriale"

L'On. Bonsignore commenta l'approvazione del piano Ue per la siderurgia"

image id=693ll Parlamento Europeo ha approvato oggi un piano della Commissione per il rilancio del settore siderurgico. “L’Ue ci mette in guardia e ci invita a non abbandonare questo comparto" – spiega Vito Bonsignore, vice presidente del Gruppo PPE - "perché quando inizierà un ciclo di ripresa rischiamo di perdere know-how indispensabile. Da convinto sostenitore di una strategia di reindustrializzazione per la ripresa, per averla vista funzionare in paesi come Germania e Regno Unito, mi riconosco nella posizione europea". “L'Europa non ci chiede – prosegue Bonsignore - di aumentare le tasse, ma di ridurre la burocrazia e gli enormi sprechi della macchina pubblica. Ci dice anche di aiutare le industrie manifatturiere e per questo mette a disposizione milioni di euro”. (...)

Continua

 


 

NCD AL GOVERNO

Da domani scatta lo sconto per i pendolari

image id=691Parte a febbraio e dura fino a tutto il 2015 lo sconto del 20% sui pedaggi autostradali riservato ai pendolari. Per un periodo sperimentale fino al 31 dicembre 2015, verrà applicato, su tutta la rete nazionale, uno sconto per chi farà per venti volte il percorso di andata e ritorno (40 tratte) su un tragitto definito da casello a casello, per una tratta massima di 50 chilometri (50 andata e 50 ritorno). Lo sconto scenderà progressivamente dal 20 al 10 per cento al diminuire dei viaggi sino alla soglia minima di dieci viaggi di andata e ritorno (20 tratte) sotto la quale è difficile essere definiti pendolari. Il ministro per le Infrastrutture, Maurizion Lupi (NCD), ha previsto inoltre l'insediamento per 4 mesi di un tavolo tecnico con, tra gli altri, il ministero  (...)

Continua

 

Sanità, stop a tagli lineari

image id=692La Sanità, è risaputo, assorbe una buona parte del bilancio dello Stato. Ed è sulla Sanità, finora, che si è concentrata nei governi l'abitudine a tagliare i trasferimenti statati senza un' analisi attenta sui reali sprechi. Dal Governo Letta e in particolare dal Ministro Lorenzin (NCD) è arrivata un'inversione di tendenza. Nelle settimane precedenti al varo della Legge di Stabilità, la battaglia del Ministro, per evitare nuovi tagli lineari, ha dato frutto e ora si può affrontare il problema con il giusto approccio. Il sistema non avrebbe potuto reggere: avrebbe significato non avere più farmaci negli ospedali. Secondo il Ministro, a regime, sarà possibile risparmiare 10 miliardi di euro nella sanità, grazie a misure come i costi standard e attraverso il prossimo Patto per la salute. I contatti con il commissario per la spendind review, Carlo Cottarelli, sono costanti, perché ci sono ancora grandi margini di risparmio e sarà il Patto per la salute a individuarli.

Continua

Nuova spinta alla "sanità elettronica"

image id=690Il Piano sulla Sanità elettronica ottiene parere favorevole dal Parlamento europeo.  L'obiettivo è migliorare le prestazioni sanitarie a beneficio dei pazienti, offrire a questi ultimi un maggiore controllo delle proprie cure mediche e ridurre i costi. Mentre la telemedicina suscita l'entusiasmo di pazienti e operatori sanitari che già la usano e milioni di Europei hanno scaricato applicazioni per smartphone che consentono di tenere d'occhio il proprio stato di salute e di benessere, il settore della sanità deve ancora sfruttare appieno il cospicuo potenziale offerto dalla svolta digitale per migliorare i propri servizi e realizzare risparmi di efficienza. L'On. Vito Bonsignore, Vice presidente del Gruppo PPE, ha dichiarato in merito: "La relazione merita un voto (...)

Continua

 


 

Lavoro giovanile, 530 mln in arrivo dall'Ue

image id=551L'Unione europea, descritta da alcuni come un burocrate che si occupa solo delle misure standard degli zucchini, dimostra ancora una volta, per chi ne avesse bisogno, che opera con gli strumenti a disposizione per l'interesse degli Stati membri, Italia compresa. L'ultimo intervento riguarda il lavoro giovanile: la Commissione europea infatti stanzierà per il nostro Paese 530,18 milioni di euro, provenienti dal fondo "Garanzia per i giovani". Per ottenerli il governo ha presentato nelle settimane scorse il piano per il lavoro giovanile e dovrà stanziare lo stesso importo, attingendo dalle risorse della sua parte di fondo sociale europeo. Lo scopo della 'garanzia' è assicurare che i giovani fino a 25 anni non restino per più di quattro mesi senza occupazione o formazione. (...)

Continua

 

 


 

Caso Marò, appello a Barroso e Ashton

image id=687I vicepresidenti del Parlamento europeo, Roberta Angelilli e Gianni Pittella, hanno scritto un appello alla Commissiore europea affinché si adoperi per sbloccare il caso dei nostri militari detenuti in India. L'appello, sottoscritto anche dall'On. Vito Bonsignore, vice - PResidente del Gruppo Ppe, è indirizzato  al Presidente José Manuel Barroso e a Catherine Ashton, Alto Rappresentante per la politica estera Ue. I deputati europei chiedono un intervento netto e concreto. L'Europa non può restare a guardare: "non si tratta solo di una vicenda bilaterale tra due Stati, ma sono in gioco il ruolo della diplomazia europea, i principi consuetudinari del diritto internazionale ma soprattutto il rispetto dei diritti umani fondamentali". (...)

Continua

 


 

"L’UE potrebbe finanziare la logistica nel sud Piemonte”

L'On. Vito Bonsignore interviene a Cuneo sui fondi strutturali europei

image id=646“Sulla base dei provvedimenti approvati la scorsa settimana dal Parlamento Europeo, siamo autorizzati a confidare in un robusto finanziamento allo sviluppo della logistica nel sud Piemonte, con migliaia di posti di lavoro qualificati, a patto di proporre un programma operativo regionale credibile dentro l’accordo di partenariato tra Italia e UE”, così Vito Bonsignore (Ncd), Vice Presidente del Gruppo del PPE, intervenendo al convegno: “Nord-Ovest 2020: scenari, progetti, nuove competitività programmazione negoziata sui fondi strutturali 2014-2020”, organizzato da Confindustria-Ance Cuneo, Unione Industriale di Savona e Unicredit. (...)

Continua

 


 

Nuovo Centrodestra, una scelta di coerenza

di Vito Bonsignore

image id=575Le ragioni della scelta a favore del Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano si riassumono sinteticamente in tre punti. Intanto la necessità di sostenere assolutamente il governo Letta. La situazione finanziaria del Paese non permette una crisi al buio che si rivelerebbe disastrosa per le imprese e le famiglie, stroncando le speranze di ripresa e deteriorando ulteriormente il quadro economico e sociale.  Va tenuto presente che la sopravvivenza stessa delle funzioni di governo (dal pagamento delle pensioni al mantenimento dei servizi essenziali a cominciare dalla sanità) dipende dalla capacità del sistema Italia di trovare compratori dei suoi titoli di debito: un’Italia isolata e instabile sarebbe facilmente preda della speculazione, (...)

Continua

 


 

Bonsignore: stop al “marchettificio” bipartisan

Tratto da "Lo Spiffero" del 17 agosto 2013

image id=42C’è un superpartito che governa ininterrottamente, da oltre vent’anni, le principali amministrazioni piemontesi, la Regione e il Comune di Torino in primis, un regime consociativo fondato sulla spartizione del potere, corroborato dalla lottizzazione delle cariche pubbliche, alimentato da fiumi di denaro. Un mostro vorace che ha depredato ricchezze, moltiplicato privilegi, sprechi e clientele, e che neppure di fronte al conclamato fallimento intende mollare la presa. Per Vito Bonsignore è questo il fronte di attacco sul quale deve muoversi il centrodestra: «Non è più tollerabile un sistema pubblico che continua a bruciare a enormi quantità di risorse attingendole direttamente dalle tasche dei cittadini, (...)

Continua

 


 

Le idee di Bonsignore per Torino

Intervista a Cronaca Qui dell'On. Vito Bonsignore

image id=652Vito Bonsignore di timori reverenziali non ne ha. Forse perchè un europarlamentare di lungo corso può osservare e giudicare le vicende di casa nostra con il giusto distacco. E quindi lo dice senza mezzi termini: la torino figlia delle trasformazioni degli ultimi venti anni non gli piace. Piuttosto serve un cambio di passo, un ritorno alle origini, una gestione ragionata della crisi e delle sue dinamiche. "Perchè il terzo piano strategico annunciato da Fassino può davvero essere un'opportunità. A patto che si abbia un approccio realmente critico sugli  ultimi vent'anni. Cambiare linee guida e individuare un obiettivo vero: riorganizzare il territorio in funzione della manifattura. Il sindaco ha parlato di dialogo, ascolto e confronto. Bene, io sono qui. E dico la mia".

LEGGI L'INTERVISTA INTEGRALE

"Fassino recuperi la natura manifatturiera di Torino" Continua




Vuoi ricevere la NEWSLETTER dell'on. Vito Bonsignore?

Comunicati stampa, notizie dall'Europa e dall'Italia, documenti europei ed enti locali

image id=163